Ultime Notizie
A ottobre via la cabina telefonica di piazza Marconi » Il 1° ottobre prossimo sarà rimossa la cabina telefonica di piazza Marconi. Lo prevedono le misure di razionalizzazione della distribuzione dei punti di telefonia pubblica decise dall'Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni.Il piano - spiega l'Autorità nella comunicazione all'Amministrazione Comunale - si rende necessario una volta preso atto delle mutate circostanze tecnologiche e di mercato, che vedono il diffondersi sempre più capillare di telefoni mobili e smartphone e rendono le cabine telefoniche ormai pressoché inutilizzate.Per questo l'Autorità ha autorizzato TIM alla rimozione delle cabine telefoniche, in modo da ridurre i costi di manutenzione e migliorare l'efficienza del servizio, preservando però il matenimento del telefono pubblico in luoghi di grande rilevanza sociale (come gli ospedali, le carceri o le caserme), laddove sia proibito l'uso del telefono cellulare o laddove siano difficili le comunicazioni tramite sistemi di telefonia mobile.La rimozione della cabina telefonica è annunciata dall'affissione di un cartello alla cabina stessa.Nel definire questo processo di progressiva rimozione dei telefoni pubblici l'Autorità ha tenuto conto del principio di massima partecipazione da parte della cittadinanza e delle Amministrazioni Locali, dando la possibilità a chiunque di presentare domanda affinché la cabina non sia rimossa.La domanda, adeguatamente motivata, può essere inviata all'indirizzo di posta elettronica certificata cabinatelefonica@cert.agcom.it, entro 30 giorni dalla data di affissione indicata sul cartello. L'Autorità valuterà le richieste e le motivazioni addotte.
Tesserini venatori: in distribuzione alla Polizia Locale » Sono in distribuzione presso il Comando di Polizia Locale di piazza Marconi i tesserini per l'esercizio della caccia della stagione venatoria 2018/2019.Ogni cacciatore per ritirare il tesserino venatorio dovrà rivolgersi al Comando di Polizia Locale presentando l’originale della licenza di porto di fucile uso caccia (validità 6 anni dalla data di rilascio) la ricevuta di versamento originale o copia del versamento della tassa di concessione governativa di 173.16 € e l’originale o copia del versamento della tassa di concessione regionale di 64,56 euro.Il Comando di Polizia Locale è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 e il lunedì e giovedì anche nel pomeriggio dalle 14 alle 16.30. Duranti il mese di agosto entra in vigore l’orario estivo con apertura: lunedì 14.00 – 16.30; martedì 10.00 - 12.00; giovedì 10.00-12.00; venerdì 10.00 - 12.00; mercoledì e sabato chiusi Maggiori informazioni al numero 039.66.59.472   Ricordiamo che in base ad un accordo con l’Amministrazione comunale, l’attuale gestore titolare dell’attività, a luglio 2017 aveva predisposto la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) relativa all’impianto natatorio, depositandola presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Milano. I Vigili del Fuoco, a seguito di sopralluogo, hanno comunicato a maggio di quest’anno una serie di prescrizioni a carico del gestore da adempiere entro 45 giorni, così come stabilito dalla legge, per poter ottenere parere favorevole alla CPI (certificazione prevenzione incendi). Trascorso il termine dei 45 giorni, non essendo stati completati tutti gli interventi richiesti, è stato comunicato al gestore, al Sindaco e al Prefetto, il parere contrario al rilascio del certificato di prevenzione incendi (CPI), con le dovute conseguenze. Dichiara il Sindaco Francesco Sartini: «Per la sicurezza dei Cittadini, di fronte all’evidenza di una mancanza grave, ho il dovere di procedere alla richiesta di interruzione delle attività. È evidente come la str...
Vimercate Aperta per ferie : un numero di telefono pronto - emergenze » Ritorna  anche  quest’anno  l’iniziativa  “Vimercate  aperta  per  Ferie”  promossa  da  APA  Confartigianato  per  garantire i servizi minimi a chi resterà in città ad agosto. Telefonando al numero verde 800 401 665 i cittadini potranno richiedere l’intervento in tempi rapidi di un professionista a tariffa agevolata.Il numero di telefono disponibile per tutto il mese di agosto e attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 fornirà i nomi e indirizzi degli artigiani disponibili per i diversi settori in  particolare:  impiantisti,  antennisti,  elettricisti,  idraulici,  imbianchini, estetisti-acconciatori, fabbri, autoriparatori.L’elenco completo è pubblicato qui (Link al sito dell’APA Confartigianato).   Ricordiamo che in base ad un accordo con l’Amministrazione comunale, l’attuale gestore titolare dell’attività, a luglio 2017 aveva predisposto la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) relativa all’impianto natatorio, depositandola presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Milano. I Vigili del Fuoco, a seguito di sopralluogo, hanno comunicato a maggio di quest’anno una serie di prescrizioni a carico del gestore da adempiere entro 45 giorni, così come stabilito dalla legge, per poter ottenere parere favorevole alla CPI (certificazione prevenzione incendi). Trascorso il termine dei 45 giorni, non essendo stati completati tutti gli interventi richiesti, è stato comunicato al gestore, al Sindaco e al Prefetto, il parere contrario al rilascio del certificato di prevenzione incendi (CPI), con le dovute conseguenze. Dichiara il Sindaco Francesco Sartini: «Per la sicurezza dei Cittadini, di fronte all’evidenza di una mancanza grave, ho il dovere di procedere alla richiesta di interruzione delle attività. È evidente come la struttura abbia operato per vent’anni senza che ci si preoccupasse della sussistenza delle condizioni necessarie, e dopo la mia elezione, mi sono subito attivato, chiedendo la collaborazione del gestore, ...
Piscina Comunale: domande frequenti » In conseguenza alla ricezione di una nota del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano, ricevuta il 3 luglio 2018, con la quale si esprimeva parere contrario al rilascio del certificato di prevenzione incendi, mercoledì 4 luglio il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini ha firmato una diffida che ha imposto la sospensione delle attività in corso, chiedendo al gestore di garantire la custodia e la manutenzione della struttura fino alla riconsegna. Leggi il comunicato stampa relativo alla chiusura dell'impianto. Domande frequenti Abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti poste in questi giorni dai Cittadini in seguito alla chiusura della piscina di Vimercate Cosa devo fare se sono abbonato al nuoto libero presso la piscina o se ho iscritto i miei figli a uno dei campi estivi organizzati da In Sport a Vimercate?In Sport SRL SSD ha predisposto un piano di organizzativo per venire incontro alle esigenze di iscritti e utenza libera cercando di limitare al massimo possibili disagi. Leggi il comunicato stampa della società sportiva con tutte le informazioni.Quali altri campi estivi sono organizzati nella nostra Città?Clicca sul link per visitare la pagina riassuntiva di tutti i centri estivi organizzati a Vimercate.La chiusura della piscina si poteva evitare?No, non si poteva. Il 3 luglio 2018 il Sindaco ha ricevuto la comunicazione con la quale il Comando dei Vigili del Fuoco di Milano lo informava del parere contrario al rilascio del certificato prevenzione incendi, senza concedere ulteriori possibilità. In assenza di questo documento non sussistono le condizioni per tenere aperto l’impianto.Non si poteva tenere aperta almeno la vasca esterna per garantire lo svolgimento dei campi estivi? La possibilità è stata presa in considerazione, ma anche in questo caso la risposta è no, perché il funzionamento della vasca esterna è legato a strutture che si trovano all’interno dell’impianto natatorio. Anche ammettendo di indiv...

Piscina Comunale: domande frequenti

PDF  Stampa  E-mail 

piscina

In conseguenza alla ricezione di una nota del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano, ricevuta il 3 luglio 2018, con la quale si esprimeva parere contrario al rilascio del certificato di prevenzione incendi, mercoledì 4 luglio il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini ha firmato una diffida che ha imposto la sospensione delle attività in corso, chiedendo al gestore di garantire la custodia e la manutenzione della struttura fino alla riconsegna.

Leggi il comunicato stampa relativo alla chiusura dell'impianto.



Domande frequenti

Abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti poste in questi giorni dai Cittadini in seguito alla chiusura della piscina di Vimercate


Cosa devo fare se sono abbonato al nuoto libero presso la piscina o se ho iscritto i miei figli a uno dei campi estivi organizzati da In Sport a Vimercate?
In Sport SRL SSD ha predisposto un piano di organizzativo per venire incontro alle esigenze di iscritti e utenza libera cercando di limitare al massimo possibili disagi. Leggi il comunicato stampa della società sportiva con tutte le informazioni.

Quali altri campi estivi sono organizzati nella nostra Città?

Clicca sul link per visitare la pagina riassuntiva di tutti i centri estivi organizzati a Vimercate.

La chiusura della piscina si poteva evitare?
No, non si poteva. Il 3 luglio 2018 il Sindaco ha ricevuto la comunicazione con la quale il Comando dei Vigili del Fuoco di Milano lo informava del parere contrario al rilascio del certificato prevenzione incendi, senza concedere ulteriori possibilità. In assenza di questo documento non sussistono le condizioni per tenere aperto l’impianto.

Non si poteva tenere aperta almeno la vasca esterna per garantire lo svolgimento dei campi estivi?
La possibilità è stata presa in considerazione, ma anche in questo caso la risposta è no, perché il funzionamento della vasca esterna è legato a strutture che si trovano all’interno dell’impianto natatorio. Anche ammettendo di individuare una diversa via di accesso alla vasca esterna, sarebbe stato impossibile garantire il ricircolo dell’acqua, oltre all’utilizzo delle docce calde e degli spogliatoi.


Riportiamo inoltre qui di seguito la risposta del Sindaco Francesco Sartini ad alcune domande che in questi giorni sono state portate direttamente alla sua attenzione.


Perché in questi due anni le comunicazioni dell’Amministrazione relative alla piscina erano improntate a ottimismo?
«Perché si pensava di essere finalmente riusciti a riportare la situazione dell’impianto natatorio nell’alveo della regolarità. La SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività), presentata dal gestore nell’estate 2017, permetteva infatti a Insport di svolgere il proprio lavoro nel pieno rispetto della legge, in attesa che il sopralluogo dei Vigili del Fuoco permettesse all’impianto di ricevere il Certificato Prevenzione Incendi che mancava dal 1998. Non si prevedeva che l’esito del sopralluogo, avvenuto nell’aprile 2018 e notificato in maggio, si concludesse con la richiesta di ulteriore documentazione che non è stato possibile produrre nei tempi previsti per legge.»

Quali azioni ha messo in atto l’Amministrazione Comunale in questi due anni per la piscina?
«Appena insediati abbiamo dato corso a una delibera della precedente amministrazione che indicava di “espletare opportune indagini e valutazioni finalizzate a una scelta consapevole e di minimizzazione di rischi di inappaltabilità” (Dl.128/2016), verificando gli interventi necessari per la messa a norma e ampliamento della vasca coperta, definendo come prioritaria la verifica dei costi per la messa a norma dell’impianto esistente, verificando la possibilità che i lavori avvenissero senza chiusura.
A fine dicembre 2016 otteniamo la relazione di verifica sulla corrispondenza normativa del centro natatorio, da cui emerge che l’agibilità dell’impianto risale addirittura al 1998, che da allora non è stato fatto più nulla e che sussistono gravi mancanze soprattutto dal punto di vista della Certificazione Antincendio, tanto che si prende seriamente in considerazione l’ipotesi di una chiusura immediata della piscina.
Per scongiurare questa eventualità la nostra scelta è stata quella di coinvolgere gli enti competenti (Vigili del Fuoco) e di affidare per un altro anno la gestione della piscina a In Sport per dare continuità alla stagione natatoria già avviata, impegnando però la società a presentare la SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) e a mettere in regola l’impianto dal punto di vista della sicurezza.
In Sport ha provveduto e ha gestito in piena regolarità la struttura fino al sopralluogo dei Vigili del Fuoco, che avrebbe dovuto ratificare l’idoneità della piscina a ricevere la Certificazione Prevenzione Incendi, ma il cui esito è stato purtroppo molto diverso.»

Che cosa succede adesso?
«La storia degli ultimi anni dimostra che è necessario riqualificare radicalmente l’impianto: partiremo subito con la definizione di un progetto di ampio respiro.»



Ricordiamo che in base ad un accordo con l’Amministrazione comunale, l’attuale gestore titolare dell’attività, a luglio 2017 aveva predisposto la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) relativa all’impianto natatorio, depositandola presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Milano.

I Vigili del Fuoco, a seguito di sopralluogo, hanno comunicato a maggio di quest’anno una serie di prescrizioni a carico del gestore da adempiere entro 45 giorni, così come stabilito dalla legge, per poter ottenere parere favorevole alla CPI (certificazione prevenzione incendi).

Trascorso il termine dei 45 giorni, non essendo stati completati tutti gli interventi richiesti, è stato comunicato al gestore, al Sindaco e al Prefetto, il parere contrario al rilascio del certificato di prevenzione incendi (CPI), con le dovute conseguenze.

Dichiara il Sindaco Francesco Sartini: «Per la sicurezza dei Cittadini, di fronte all’evidenza di una mancanza grave, ho il dovere di procedere alla richiesta di interruzione delle attività. È evidente come la struttura abbia operato per vent’anni senza che ci si preoccupasse della sussistenza delle condizioni necessarie, e dopo la mia elezione, mi sono subito attivato, chiedendo la collaborazione del gestore, affinché questa grave situazione venisse sanata, ma adesso devo prendere atto che, nonostante le azioni portate avanti, questo percorso non ha prodotto i risultati sperati».

Il mancato rilascio della certificazione modifica radicalmente lo scenario relativo alla piscina: diventa più importante e di interesse collettivo accelerare i tempi per una  riqualificazione totale dell’impianto e dell’aerea invece che procedere prima, come inizialmente programmato, ad un bando di gestione temporanea.

La chiusura dell’impianto sarà quindi tale da non poter garantire la prossima stagione natatoria.

 

Bookmark and Share

Comune di Vimercate - Piazza Unità d'Italia, 1 - 20871 Vimercate (MB) - Tel 039.66591 Fax 039.6084044
Email: spaziocitta@comune.vimercate.mb.it - PEC: vimercate@pec.comune.vimercate.mb.it - P.I. 00728730961 - C.F. 02026560157

Valid HTML 4.01 Strict CSS Valido!